Verona

Dave Holland, Zakir Hussain and Chris Potter Trio

Dave Holland, Zakir Hussain and Chris Potter Trio
Dave Holland (basso), Zakir Hussain (tabla), Chris Potter (sax). Trio formidabile in scena a Verona Jazz, nel concerto promosso da Veneto Jazz e Music Works International, nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese. In programma il 24 giugno (ore 21.15) al Teatro Romano di Verona, il trio vanta uno dei più importanti bassisti della storia del jazz, un mitico maestro indiano di tablas riconosciuto a livello internazionale, uno dei sassofonisti più ammirati al mondo.

Dave Holland, uno degli ultimi mostri sacri del jazz, ha da poco superato i cinquant’anni di carriera. Maestro assoluto, bassista di Miles Davis in dischi basilari come “In a silent way” e “Bitches Brew”, Holland ha suonato con tutti i big ed è senza dubbio una stella del firmamento jazz mondiale. Ritornato fin dai primi anni Settanta alle atmosfere acustiche, ha mostrato grandi doti di leader, conquistando svariate volte il Grammy con il suo Dave Holland Quintet e il titolo di NEA Jazz Master (2017).

Zakir Hussain, figlio dell'intramontabile leggenda della tabla Ustad Allarakha Khan, è oggi ritenuto un fenomeno nel campo delle percussioni. Geniale virtuoso di tabla (tamburo indiano consistente in una cassa di legno o terracotta sulla quale è tesa una pelle che permette di creare svariate sfumature sonore), offre al pubblico spettacoli brillanti ed entusiasmanti che hanno fatto di lui una sorta di tesoro nazionale indiano e gli hanno fatto guadagnare una fama internazionale. Le sue interpretazioni, caratterizzate da una straordinaria intuizione per l'improvvisazione, sono il risultato di anni di studio e duro lavoro. Fra le sue collaborazioni, artisti del calibro di John McLaughlin, Van Morrison, Jack Bruce, Tito Puente, Pharoah Sanders, Billy Cobham e molti altri.

Chris Potter è uno dei più tecnici e potenti sassofonisti in circolazione. Oltre alla sua fama di richiestissimo side man, egli è anche leader di importanti progetti. Down Beat l’ha definito “uno dei più studiati (e copiati) sassofonisti del pianeta”. Potente improvvisatore e il più giovane musicista ad aver vinto il Denmark’s Jazzpar Prize, ha inciso 15 album come leader e partecipato ad oltre cento. Il suo lavoro “In Vogue” è stato nominato al Grammy Award. Ha suonato e registrato con i migliori nomi del jazz mondiale, come Herbie Hancock, Dave Holland, John Scofield, the Mingus Big Band, Jim Hall, Paul Motian, Dave Douglas, Ray Brown and molti altri.

La data
24 giugno Verona, Teatro Romano - Verona Jazz Festival

Per maggiori informazioni

Acquista
  • 39.50 € - Settore Laterale Numerato
  • 46.00 € - Poltronissima Numerata
  • 32.00 € - Gradinata Non Numerata
  • Vedi tutti i prezzi
  • 21:15

Ti potrebbero interessare